Home Bacheca
Bacheca: avvisi e articoli

Les vidéos  de  la  journée d'études "Le philosophe et le cinéaste"
du 4 mars 2010

programme

Les vidéos sont en ligne au lien suivant : http://suel.univ-lyon3.fr/philosophie

 


 

 

Dopo la permanenza al Teatro Oscar di Milano, proseguono le date de Le mani sporche di Jean-Paul Sartre, nella versione di Paolo Bignamini e con la regia di Annig Raimondi.
Lo spettacolo è in cartellone a Vigevano (MI) il 27 aprile e sarà in tournée durante l'estate. Le date aggiornate verranno pubblicate su www.scenaperta.org e www.pacta.org.

 

Il testo è pubblicato da Mimesis con Introduzione dello stesso Bignamini e di Mauro Carbone.

"In fondo, persino l’invito a ‘sporcarsi le mani’ nella storia lanciato da Sartre agli intellettuali può suscitare, nell’incontro con l’attuale situazione politico-culturale italiana, risonanze che sono dovute a questa portata di classico ormai assunta dalla sua opera. Perché proprio tale portata di classico fa avvertire oggi la mancanza di quella profonda esigenza di confrontarsi con la propria epoca, senza nascondersi dietro specialismi, ma anche senza rincorrere il successo mediatico, che ha caratterizzato la figura intellettuale di Sartre. Si tratta dell’esigenza che gli ha consentito di tenere a lungo aperta davanti all’opinione pubblica e ai potenti della terra una questione che oggi risulta continuamente rimossa e che potremmo definire come ‘la questione della morale nell’epoca della globalizzazione".

 

(dalla "Introduzione")

 


 

IL GRIDO DELLA LUCE
Sullo schermo dell’estetica recensito da Enrico Livraghi

per “I Duellanti” (n°57, novembre/dicembre 2009)



Il filosofo francese Maurice Merleau-Ponty, autore del fondamentale Fenomenologia della percezione, nella sua opera incompleta, La prosa del mondo, scriveva:  “Gli oggetti della pittura moderna ‘sanguinano’, spargono sotto i nostri occhi la loro sostanza, interrogano direttamente il nostro sguardo, mettono alla prova il patto di coesistenza che abbiamo concluso con il mondo attraverso tutto il nostro corpo”. Si trattava, per lui, di mettere l’indice su un’arte quale la pittura moderna - specie se astratta – in cui magari “manca la pelle delle cose”, ma che però “offre loro la carne”.

 

Leggi tutto...
 

La coazione a godere  - Su “Leggere Lacan” di Slavoj Žižek

(pubblicato su il manifesto, 20/10/2009)
 di Isabella Mattazzi

 

 

«Le Roi est mort, Vive le Roi!» Ogni morte, si sa, comprende già in sé la propria rinascita. A fare da spoglia regale, in questo caso, sembra essere oggi il corpo ingombrante di uno dei saperi più rivoluzionari del secolo appena passato: la psicoanalisi.

Condannata a morte, data per persa dal nuovo modello cognitivista-neurobiologico della mente umana e dallo strapotere contemporaneo della “pillola” sulla parola. Risorta (o meglio, mai deceduta), attualissima e persino chiaroveggente per Slavoj Žižek, che in Leggere Lacan. Guida perversa al vivere contemporaneo, pubblicato da Bollati Boringhieri con la bella prefazione di Mauro Carbone, dichiara ancora una volta il suo amore assoluto per il pensiero psicoanalitico, riuscendo nell’intento quasi miracoloso di rendere immediatamente comprensibili la voce e il pensiero di Jacques Lacan e di portarli a noi in uno stato di grazia dei più singolari.

Leggi tutto...
 


Pagina 10 di 16

Novità

In Libreria

chiasmi_20_cover.jpg


copertina_libro_cinese.jpg


copertina_libro_cinese.jpg


copertina_numero_1_ok.png


chiasmi_small.gif


chiasmi_small.gif


chiasmi_small.gif


chiasmi_small.gif





amore_e_musica_4f0d7a17da435.jpg





clicca qui per l'introduzione



***

Ultima NEWSLETTER [NOVEMBRE] - Laboratoire permanent de recherche Vivre par(mi) les écrans.

Link

Mauro Carbone

« Il corpo, il cinema, lo schermo»

*

Dipartimento di Filosofia e Comunicazione dell'Università di Bologna

febbraio 2017

Video disponibile qui

Link (2)

Mauro Carbone

« Variazioni sulla tecno-estetica»

*

22 maggio 2015

Locandina_seminario_Simondon.jpg

L'audio è disponibile qui

Chi è online

 6 visitatori online